Fumetti

Periodici San Paolo rinnova ‘il Giornalino’ e apre due nuove testate: intervista a Stefano Gorla

Si completa il rinnovamento cartaceo all’Area Ragazzi ed Educazione (e già scalpitano web e device)

18/09/2013
Periodici San Paolo rinnova ‘il Giornalino’ e apre due nuove testate: intervista a Stefano Gorla

Dopo le numerose novità di cui avevamo parlato lo scorso maggio, è ormai giunto a maturazione il profondo rinnovamento della Periodici San Paolo, che alla vigilia dei 90 anni (li compirà il 1° ottobre 2014 e da tempo è la più antica rivista europea nel settore) del settimanale il Giornalino rilancia a sorpresa e prosegue con nuove iniziative: il rinnovo dal n.37 in edicola il 19 settembre e nelle parrocchie il 22, ma anche l’esordio delle nuove testate in abbonamento, scuole, librerie e fumetterie: I Love English Junior dal 10 ottobre e Super G dal 17 ottobre. Di tutto questo e di altro ancora abbiamo parlato con il barnabita padre Stefano Gorla, direttore dell’Area Ragazzi ed Educazione.

Ancora tante novità, nonostante o proprio per la crisi...
Il nostro è un “cantiere aperto” da quasi due anni, con il supporto di esperti e il coinvolgimento di diverse professionalità della nostra azienda, dal marketing alla struttura commerciale. Un percorso che ci ha portato a entrare in Doxa Junior, che da anni fa ricerche quantitative su bambini e ragazzi da 3 a 15 anni: cosa leggono, che consumi mediali hanno, con quali comportamenti entrano in contatto in famiglia e così via. Abbiamo anche commissionato a Doxa una ricerca qualitativa: un migliaio d’interviste su Milano e Bari e rispettive province per vagliare ipotesi generiche e specifiche. Leggendo i risultati dell’inchiesta abbiamo avuto fondati elementi per dare un volto a quello che chiamiamo “mondo G, l’avventura di crescere” – cioè le nostre testate: il settimanale il Giornalino, il mensile G Baby e l’annuale Diario G, più i recenti quadrimestrali G Baby Giochi e G Baby DireFareGiocare che alternano le uscite ogni due mesi – al fianco di operatori scolastici, genitori, educatori sportivi ed ecclesiali nella maturazione dei ragazzi.

E adesso che cosa avete prodotto, in questo “cantiere aperto”?
Abbiamo “riposizionato”, come si dice, il target elettivo de il Giornalino: dal suo essere rivolto ai ragazzi da 7 a 14 anni siamo passati a un pubblico maggiormente definito di 8-11enni, in pratica gli ultimi anni delle scuole primarie (quelle che molti di noi chiamano ancora elementari). Alcune novità si vedono già dalla copertina: abbiamo cambiato lo slogan in “la settimana dei lettori curiosi”, anche in considerazione  del fatto che i nostri lettori sono particolarmente “performati” dal punto di vista mediale, cioè leggono molto, videogiocano, navigano in Rete. Abbiamo scelto la chiave della curiosità come accesso al loro universo. Da qui l’approfondimento critico adeguato all’età come faro illuminante, che ci ha spinto a un lavoro attento sui testi, gestiti in agili pacchetti, vicini alla fruizione dei nostri giorni, che non è superficialità ma una diversa modulazione. Abbiamo lavorato anche sul lessico e sulle semantiche in relazione all’età dei nostri lettori, giovanissimi che riescono a studiare e fare sport, giocare e guardare la tv, usare il computer e fare scuola di calcio o danza. Ragazzi che sanno farsi affascinare da storie avvincenti in grado di stimolare la loro curiosità e immaginazione. Si tratta di un pubblico in crescita, che ha alle spalle famiglie attente alla crescita dei propri figli per dar loro un bagaglio culturale in grado di aiutarli nei percorsi della loro vita.

La copertina è tornata a riempirsi di “strilli”...
Dal nuovo format della copertina emerge la ricchezza di contenuti. Oltre a una nuova serie a fumetti, tornano ad esempio i racconti illustrati: 4 pagine con personaggi già conosciuti ai lettori nei fumetti. Si parte con Franci di Paola Ferrarini e Antonella Platano, a cui seguirà Elementare, Watson di Beppe Ramello e Bruno Olivieri, e le avventure del Prof. Adelio De Pennutis e Johnny Falcon scritte da Annalisa Strada e illustrate da Marco Meloni (i due testimonial sperimentati già dal 2009 sul Diario G, che presto esordiranno anche a fumetti). Per il rinnovamento grafico ci siamo affidati a Pietro Corraini con il nostro art director Luca Pitoni, privilegiando la leggibilità di testi e immagini. Le rubriche sono state concentrate in favore del target... “assumendo” in pianta stabile il pellicano scienziato De Pennutis e il falchetto tecnologico Falcon, che ad esempio sul Diario G 2013/14 indagano il Cinema per Ragazzi. A partire dalle tante lettere, e-mail e sms ricevute negli ultimi tempi, abbiamo rimescolato i contenuti modulando testo, illustrazioni, fotografie e fumetti, che sono i quattro pilastri su cui poggia da sempre il nostro giornalismo per ragazzi. Inoltre con l’inizio di ottobre veicoleremo il gioco di carte Adrenalyn XL della Panini: dal n.40 del 13 ottobre allegheremo alcune bustine di card per 5 settimane e coinvolgeremo anche 500 oratori con una Adrenalyn Giornalino Cup, mentre abbiamo intensificato la collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, che nel 2014 compie 70 anni.

Quali fumetti pubblicherete?
Continuiamo nel doppio binario di buoni prodotti italiani, affiancati da ottimi fumetti in traduzione. Dopo la rarissime apparizioni di quasi quarant’anni fa, riporteremo in Italia l’indianino franco-belga Yakari degli svizzeri Job e Derib in avventure inedite, faremo debuttare la Famille Pirate apparsa su Spirou dalla serie animata, oltre a Cédric di Raoul Cauvin e Laudec che riscuote un grande successo e al recente Il castello dei gatti di Loïc Jouannigot.

E di autori italiani, a parte il solito Pinky sempre in splendida forma nonostante sia entrato negli anta”?
Al di là dei classici e di serie già rodate, abbiamo testato un inizio di nuova serie come il fantasy Roland scritto da Federico Memola e disegnato da Monica Catalano, mentre con questo numero parte Tennis Academy scritta da Demetrio Bargellini e disegnata da Angela Allegretti. Naturalmente ne arriveranno altre ancora, come Cooking Girls scritto da Francesco Artibani e Katja Centomo, mentre Ramello e Giuseppe Ferrario stanno lavorando a una strepitosa serie sul calcio in vista dei Mondiali in Brasile nel 2014... e non dico di più. Anzi, aggiungo che la nostra “Raffa” cioè Raffaella Zardoni (che per noi disegna giochi e attività fin dal 1976!) ha ora un suo spazio fisso di due pagine: “G Lab”, dove mostra l’occorrente, il risultato e i passaggi per mettere a frutto la propria creatività. Inoltre ogni numero ci saranno le celebri Formiche di Fabio Vettori, una sorta di  “Dov’è Wally?” italiano, che dopo le strisce ne “La stanza dei piccoli” su Famiglia Cristiana, può mostrare tutta la sua maestrìa in due pagine ad hoc ogni settimana zeppe di minuscole formichine che stimolano la creatività.

Inoltre ci sono ben altre due riviste...
Sì, per i 12-15enni ora proponiamo Super G, un brossurato mensile di 80 pagine, con una carta pregiata che valorizza il disegno e programmaticamente dedicato ad “avventure, fumetti, storie” dove presentiamo ogni mese una storia completa di 48 pagine di fatto come un volume. Partiamo con The Frozen Boy di Ramello e Francesco Frosi, adattamento dell’acclamato, omonimo romanzo di Guido Sgardoli, con 8 pagine di prologo disegnate da Massimo Fantuzzi. Poi pubblicheremo racconti inediti di letteratura per ragazzi, grazie alla collaborazione delle migliori penne italiane senza disdegnare traduzioni di autori stranieri e classici. Stiamo per esempio lavorando alla traduzioni un racconto di Charles Dickens mentre sul primo numero presentiamo un racconto di un autore italiano che ha scelto lo pseudonimo G.C. Lost per indagare nell’infanzia di uno dei grandi protagonisti della letteratura per ragazzi: infatti il racconto si intitola “Come avvenne che John Glover divenne Capitan Uncino”... Poi abbiamo l’ultima storia sceneggiata dal grande Carlos Trillo (scomparso ormai due anni fa), inedita in Italia: “La festa dei mostri”, disegnata da Juan Bobillo. La rivista offre anche rubriche come “Parole con le ali” sulla poesia sine glossa cioè senza commenti (una nostra piccola follia!) e “BookChef”, uno spazio in cui bibliotecari, librai e operatori offriranno al palato dei lettori consigli di lettura. Infine, brevi fumetti umoristici e una sezione finale di “recupero d’autore” dal novantennale archivio de il Giornalino dal titolo “Le storie sono la nostra storia” (un nostro slogan che ha avuto molto successo), con nomi di assoluto rilievo come Paolo Piffarerio (che ha pure l’età del nostro settimanale!), Gianni De Luca, Lino Landolfi, Attilio Micheluzzi, Giorgio Cavazzano... insomma il meglio della nostra storia, naturalmente dopo la grande iniziativa su Sergio Toppi in 12 volumi che ora è disponibile anche in fumetteria.

Curiosa anche se forse inevitabile l’altra avventura editoriale: dopo quelli in latino, nellItalia multietnica di oggi un’intera rivista per imparare linglese con i fumetti e non soltanto...
I Love English è una rivista nata in Francia da Bayard nel 1987, che nel 1995 si è allargata a una versione Junior e che noi ora proponiamo – come per Super G solo in abbonamento, librerie, scuole e fumetterie – in contemporanea con le nuove edizioni francesi, spagnole e tedesche. Si tratta di una rivista educational per 8-11 anni tutta in inglese, con curiosità, racconti e fumetti didattici da 24 pagine più un cd audio. Su un impianto di loro concezione, noi interveniamo con gli inevitabili adattamenti al pubblico italiano.

Non c’è che dire, un investimento non da poco per il cartaceo...
Non sono molti a farlo, ma noi ci crediamo. Naturalmente potenzieremo anche il nostro sito ufficiale (con giochi, fumetti e un blog) e quello più interattivo G-Web (diviso nelle fasce Baby, Junior e Teen), entrambi ricchi di approfondimenti e interazione, oltre a centinaia di pagine a fumetti pubblicate in questi anni. Per diventare futuro, il presente non può dimenticare il passato...

Dal nostro canale Fumetti:

Panini Comics - 'I primi X-Men'

L’avventura e gli eroi, non soltanto di carta: intervista a Graziano Frediani

Corso: 'Diritto d’Autore e Contratti di Edizione nelle Opere a Fumetti'