Davide Barzi

Quanto tengo ai cataloghi

Le specifiche del catalogo che accompagnerà la mostra “La mia gente”

13/10/2013
Quanto tengo ai cataloghi

C’è un libro a fumetti di Lorenzo Sartori che si intitola “Ogni matto ha la sua fissa”.

Ho sempre trovato bellissimo questo titolo.

Bellissimo  e veritiero.

Tra le tante mie fisse (sì, al plurale: se questo significa un livello ulteriore di follia lascio a voi giudicarlo) c’è che se vado a vedere una mostra e non c’è un catalogo ho la sensazione di coito interrotto.

Che poi magari alcuni cataloghi di mostre viste anni fa ce li ho ancora in libreria incellophanati, eh, ma so che il giorno che mi servirà, per un mio lavoro, recuperare quel gusto, quell’immagine, certo, ci sarà sempre google, ma in catalogo c’è un intero mondo visivo, mica un jpeg a 72dpi. 

Per dire (ma ero stato avvisato): caruccia la mostra su Hitchcock a Palazzo Reale (niente di trascendentale, niente che non si sia già visto da altre parti, escluso il puntuale e illuminante intervento video di Gianni Canova), ma… accidenti… non c’era catalogo! Insomma, ho dovuto comperare una spilla di Vertigo e un altro libro, che nulla aveva a che fare con il compianto Alfred, ma mica potevo uscire dal bookshop a mani vuote.

Per le mostre che ho curato e che curo, tutte le volte che posso (leggi: che ci sono i fondi), se riesco a realizzare un catalogo sono più sereno. Ancora mi vanto per la mostra dedicata a Luigi Marchesi del 2009, con il catalogo a distribuzione gratuita.

E altrettanta soddisfazione pochi giorni fa quando abbiamo mandato in stampa il catalogo della mostra “La mia gente”.

Eccovi le specifiche tecniche:

64 pagine a colori.

Tre euro.

Pubblicato da ReNoir Comics.

E i soldini che darete per il catalogo andranno interamente a Scarp de’ tenis per gli scopi che si prefiggono, quindi cacciate ‘sti tre euro.

Anzi, se venite giovedì 17 all’inaugurazione ve lo fate anche riempire ben bene di firme, che una parte degli autori che espongono saranno presenti all’evento.

Ah, già che ci siamo, se volete conoscere il dream team, eccovi l’elenco degli autori e delle canzoni che hanno interpretato.
 Se poi il catalogo va esaurito in breve come è successo con il numero 171 di Scarp de’ tenis con la copertina di Sergio Gerasi, non dite che non ve lo avevo detto, eh…


Lola Airaghi – Io e te

Fabiano Ambu – Giovanni telegrafista

Paola Antista – El me indiriss

Paolo Bacilieri – Sfiorisci bel fiore

Luca Boschi - Zan zan le belle rane

Federico Bertolucci – Faceva il palo

Alberto Bianchi – L’era tardi

Bruno Bozzetto – Logo “La mia gente”

Ennio Bufi – L’uomo a metà

Bruno Cannucciari – Sono timido

Adriano Carnevali – Andava a Rogoredo

Giampiero Casertano – Sensa de ti

Giorgio Cavazzano – Quello che canta Onliù

Riccardo Chiereghin – Veronica

Matteo Cuccato – Sottotenente

Antonello Dalena – Musical

Roberto De Angelis – Il gruista

Loris De Marco – Bobo Merenda

Sandro Dossi - Son s'cioppaa

Eriadan – Come gli aeroplani

Claudia Ferraris – La luna è una lampadina

Ivan Fiorelli – Mario

Stefania Fiorillo – La fotografia

Gianfranco Florio – Se me lo dicevi prima

Giuseppe Fontana – Il suonatore di contrabbasso

Maurizio Forte – Rino

Sergio Gerasi – Copertina Scarp de’ tenis e catalogo

Caterina Giorgetti – Aveva un taxi nero

Caterina Giorgetti – Il volatore di aquiloni

Alessandro Gottardo – Il panettiera

Anna Lazzarini – Natalia

Alberto Locatelli – La balilla

Danilo Loizedda – Ohé sun chi

Werner Maresta – Quando il sipario

Alessandro Mazzetti – per un basin

Roberto “Dakar” Meli – Il cane con i capelli

Giacomo Michelon – Ci vuole orecchio

Leo Ortolani – Sturmtruppen

Giuseppe Palumbo – L’armando

Alessandro Poli – Ma mi

Alberto Ponticelli – Sei minuti all’alba

Giovanni Rigano – Il dritto

Davide Romanini – Prendeva il treno

Maurizio Rosenzweig – Prete Liprando e il giudizio di Dio

Mariagrazia Sacchi – Ti te se no

Silver – Il primo furto non si scorda mai

Donald Soffritti – La gallina

Marcello Toninelli – Ho visto un re

Luca Usai – Vincenzina e la fabbrica

Claudio Villa – Il duomo di Milano

Marco “will” Villa – El portava i scarp del tennis

Gigi Zetti – Soldato Nencini

Silvia Ziche – T’ho cumprà i calzett de seda

 

Catalogo e mostra a cura di Davide Barzi e Sandro Patè con la preziosa collaborazione di Loris Cantarelli e Pseudostudio

Davide Barzi dedica questo lavoro alla sua mamma. Me fa mal el coeur, Lina...

Sandro dedica questo lavoro al Sergio e alla Giusy (con articolo proprio alla milanese)

Per Scarp de’ tenis: Paolo Brivio, Stefano Lampertico, Massimo Montecorboli, Ettore Sutti, Sabrina Montanarella.

Per WOW Spazio Fumetto: Alberto Brambilla

Per Renoir: Chiara Ferla Lodigiani (redazione)

In copertina: “La mia gente” di Sergio Gerasi, colori di Veronica Sine

Stampa: Arti Grafiche Bianca & Volta - Truccazzano

Coordinamento editoriale: Cooperativa Oltre • via Olivetani 3, Milano 

Scopri tutto nel blog dedicato all'iniziativa: guarda i disegni di SilverCaterina GiorgettiAdriano CarnevaliSilvia Ziche

Da Comics TV: nuova clip di Who is the Superhero? Il Supereroe getta la maschera.