Davide Barzi

Progetto Enzo Jannacci – Prime rivelazioni

Partiamo con cover e articolo introduttivo del nuovo numero di Scarp de’ tenis

17/05/2013
Progetto Enzo Jannacci – Prime rivelazioni

Tra le foto fatte nel corso dell’incontro avvenuto domenica 12 presso il Castello di Abbiategrasso (realizzate dalla Rogika Produzioni di Roberta Giannitto, che ringrazio e con cui mi complimento) ce n'è una in cui mostro con orgoglio una rivista (la vedete sotto).

Rivista di cui vi mostro per benino la copertina.

Rivista la cui copertina era in mostra giovedì 9 all'inaugurazione dello Pseudostudio nel mio spazio espositivo.

Copertina il cui originale era in mostra sempre giovedì nello spazio espositivo di Sergio Gerasi, che ne è l'autore, per i colori di Veronica Sinetti.

Rivista che le persone di buon gusto hanno trovato presso lo studio sempre giovedì.

Insomma, oh, vi siete persi un bell’evento.

Ma, detto questo, la rivista è in distribuzione, e la DOVETE comperare.

Non tanto e non solo per la copertina di Sergio dedicata a Enzo Jannacci.

Non tanto e non solo perché l’articolo di apertura è del mio amico e competentissimo jannacciano Sandro Paté.

Non tanto e non solo perché l’articolo è illustrato da altri omaggi a Jannacci realizzati da fumettisti e illustratori, per l’esattezza Stefano Casini, Marilena Nardi, Graziano Origa, Vito Potenza, Tiziano Riverso e Will.

Non tanto e non solo perché con questo numero di Scarp de’ tenis si avvia una mia/nostra collaborazione con la testata, nel nome di Jannacci, che ci porterà a grandi cose nell’arco di qualche mese.

Non tanto e non solo perché costa soltanto tre euro.

Dovete comprarla soprattutto perché la rivista Scarp de’ tenis è un progetto sociale che va sostenuto a prescindere, un progetto che valorizza le persone senza dimora, e altre persone in situazione di disagio personale o che soffrono forme di esclusione sociale. Il giornale intende dare loro un’occupazione e integrare il loro reddito. Ma intende in primo luogo accompagnarli nella riconquista dell’autostima (che consente di investire sul proprio futuro) e di un’effettiva dignità da cittadini (aiutandoli anzitutto a ottenere la residenza anagrafica, condizione per fruire di ogni altro diritto di cittadinanza e dei servizi sociali territoriali). E poi li sostiene, nel cammino per ricostruirsi una casa, un lavoro, un buono stato di salute, una capacità di risparmio, relazioni con la famiglia e il territorio. Il ricavato dell’attività editoriale è interamente destinato all’accompagnamento sociale delle persone senza dimora: ciascun venditore, regolarmente contrattualizzato, trattiene 1 euro sui 3 dal prezzo di copertina per ogni copia di giornale venduta; l’editore si accolla inoltre gli oneri fiscali e contributivi.

Ciò che avanza, oltre a coprire le spese di produzione, serve a finanziare interventi di assistenza, cura e accompagnamento sociale rivolti ai venditori, realizzati anche grazie all’associazione Amici di Scarp de’ tenis e al lavoro di rete con i servizi sociali comunali e territoriali, della Caritas o di altri soggetti del terzo settore, che hanno in carico la persona in difficoltà.

Qui trovate maggiori notizie sulla Cooperativa Oltre che realizza cotanta meraviglia http://www.coopoltre.it/oltre/oltre.htm

Mentre qui trovate ulteriori specifiche sulla testata: http://www.blogdetenis.it.

Ah, sappiate che d’ora in poi a ogni mia presentazione troverete anche le copie del giornale. Quindi, vi tocca… piuttosto vi vengo a prendere a casa…

DAL NOSTRO CANALE FUMETTI:

Siamo tutti pedoni: anche Eva Kant, Dylan Dog e Luporosso tra i testimonial

Doujinshi, la forza del manga indipendente

EVENTI:

Bologna ricorda Andrea Pazienza con una targa e un incontro