40 anni di Playboy in Italia

Playboy 42 marzo 2013: Marco Basileo lascia, tira aria di crisi?

Il numero esce in ritardo e cambia di nuovo Direttore

21/03/2013
Playboy 42 marzo 2013: Marco Basileo lascia, tira aria di crisi?

21 novembre scorso: Marco Basileo, Direttore di Playboy Italia, ci spiega il successo della sua rivista nel mese del quarantennale. Il primo numero italiano del mensile delle conigliette è infatti datato novembre 1972: nonostante la crisi dell'editoria e la concorrenza di internet ancora oggi, a suo dire, Playboy vende in Italia 20.000 copie a numero. Un bel dato, di questi tempi. 

Quattro mesi dopo ma soprattutto due numeri dopo, tutto è cambiato. A partire dal Direttore, che nel magazine in edicola saluta tutti con un brano di Hugh Hefner, una citazione di De Andrè e una frase che riportiamo integralmente: "Grazie a tutti coloro che ho incontrato in questa straordinaria esperienza. Ancora, e sempre, buon Playboy".

Il terzo direttore di questa edizione del magazine più diffuso al mondo saluta tutti e se ne va, due numeri dopo aver speso parole e impegno per il rilancio. Nuova opportunità professionale o qualcosa di più?

Di spogliare starlette italiane, intanto, non se ne parla. Sono molto lontani i numeri iniziali, con Carolina Crescentini, Gabriella Pession, Violante Placido, addirittura Belen...Ora queste donne chiedono compensi troppo alti rispetto alle copie vendute e alla crisi della pubblicità.

Consoliamoci con la Playmate di turno, che merita. Ma arriva dalla Germania...

VEDI ANCHE:

Playboy novembre 1981: Barbara D'Urso, futura regina della domenica

Playboy novembre 1977: Nadia Cassini, la contessa dalla triste parabola

Playboy dicembre 1981: Karina Huff, la ricordate?

Consolati con le cover di questa edizione o con tutte le copertine storiche.