Generico

Tutti pazzi per l'Ippocrasso, vino medievale e perfetto regalo di Natale

Con zenzero e cannella era l'aspirina di una volta

02/11/2016
Tutti pazzi per l'Ippocrasso, vino medievale e perfetto regalo di Natale

C'è chi dice che la ricetta sia stata studiata da Ippocrate in persona, chi invece lo data al Medioevo e ne riferisce al nome al primo medico.

 

Ma che contenga miele o no o sia "solo" a base di spezie (come nel nostro caso), siamo certi di una cosa: l'Hypocras o Ippocrasso è una bevanda antica a base di vino aromatizzato e risale quanto meno al XIV secolo. Il nome, probabilmente in omaggio all'illustre medico, implica anche le proprietà curative del vino, che grazie alle spezie quali cannella o zenzero veniva utilizzato come aspirina d'antan. Molteplici, infatti, erano le proprietà attribuite a questo nettare delizioso: antisettiche, antibatteriche, digestive. 

 

Oggi è rarissimo, ma chi l'ha assaggiato se n'è letteralmente innamorato. Abbandonata la ricetta con il miele, oggi molto caro, Paolo di Genova lo produce aggiungendo ad un vino tradizionale zenzero, cannella e galanga, una spezia del sud est asiatico molto più forte delle bacche di Goji. 

 

Il risultato è un vino liquoroso da dessert, che va servito freddo ma molto ricorda il più recente vin brulé. Ottimo con i dolci, accompagna benissimo anche la selvaggina o gli aperitivi.

L'Ippocrasso è perfetto anche come regalo di Natale, dato che ha un costo contenuto ma al contempo si presenta come un omaggio strano, inconsueto, gustoso.

 

Lo trovate in esclusiva nel nostro Alveare che Dice sì, quello di via Soresina 4, oppure scrivete a info@postcardcult.com