Martin Mystère

I risultati delle votazioni

il verdetto del Premio Atlantide

22/03/2016
I risultati delle votazioni

 Ed eccoci finalmente al verdetto del Premio Atlantide, la cui premiazione si è svolta domenica 13 marzo nella sgargiante (e forse troppo roboante) cornice di Cartoomics Milano. La cerimonia della premiazione della migliore produzione mysteriana del 2015 è stata condotta da Massimo Valz Brenta, da noi conosciuto per la stupenda interpretazione di Java nei cortometraggi di Alex Dante, ma già famoso cabarettista fin dai tempi di Zelig. Sul palco erano inoltre presenti lo stesso Alex Dante in qualità di moderatore e alcuni ospiti di rilievo: Vincenzo Beretta, Lucio Filippucci e Fabio Piacentini. Tra il pubblico inoltre spiccavano altre personalità mysteriane (o future tali) quali: Carlo Recagno, Enrico Lotti, Salvatore Cuffari e Alessandro Mainardi. Purtroppo per impegni improvvisi non sono potuti intervenire Giancarlo Alessandrini, Marco Belli, Alfredo Castelli e Roberto Cardinale che ci sono stati vicini moralmente.

 

Venendo ai premi, anche quest’anno la selezione per la categoria MIGLIOR MYSTERO è stata difficile e i votanti si sono quasi uniformemente spalmati sui vari candidati. Alla fine però, pur avendo mantenuto una certa uniformità tra le varie scelte, il gruppo dei votanti ha decretato la vincita dei mysteriosi AUTOMI protagonisti de "Il giocatore di scacchi" con il 22% delle preferenze. Al secondo posto sono arrivati gli affascinanti mysteri delle leggende metropolitane (indagate ne "L'inventore di miti") e al terzo, a sorpresa, gli arcani globi di luce visti in cielo (da "Le astronavi di Carlo Magno"). Stranamente i vincitori assoluti del Forum, l'alchimia (che domina nella storia "L'albero filosofico") e il mondo dei sogni (che ha dato il titolo all'albo "L'assassino che uccideva nei sogni") sono arrivati rispettivamente al quarto e settimo posto.


Nel ruolo di MIGLIOR COMPRIMARIO di Martin Mystère stravince MISTER MIND con uno schiacciante 36%, grazie soprattutto sia alla commozione di rivederlo sulla serie che a quella causata dalla sua dipartita ne "La caccia selvaggia". Al secondo posto della classifica generale si piazzano Dee & Kelly e al terzo Chris Tower, entrambi grazie alla loro partecipazione ne "I misteri di Blandings". Travis (vincitore della scorsa edizione) si attesta al quarto posto, mentre si appiattisce la classifica sui restanti personaggi. Interessante notare che i vincitori delle tre edizioni del premio siano tutti amici “di vecchia data” di Martin, come Orloff nel 2014 e Travis nel 2015.


Analoga situazione si è verificata con i personaggi decisi ad aggiudicarsi la palma di MIGLIOR VILLAIN in quanto la maggior parte degli avversari erano carismatici e temibili ma nessuno quanto MAXWELL ("L'assassino che uccideva nei sogni") che, grazie anche alla carica nostalgica che possiede il suo ritorno, accumula il 41% dei voti. Frank Coulter, protagonista de "Le astronavi di Carlo Magno", si aggiudica il secondo posto. Buone anche le percentuali delle posizioni restanti, ma tutte attestate sulla stessa quantità.



I voti per la MIGLIOR COPERTINA sono abbastanza equamente suddivisi praticamente tra tutte le varie copertine dell'anno, lasciando intendere che Giancarlo Alessandrini piace sempre e comunque. Ma per il secondo anno consecutivo la vittoria finale va a una delle poche copertine non fatta da Alessandrini e cioè a quella dello speciale Zona X "La scatola dei trucchi" realizzata dal bravissimo LUCIO FILIPPUCCI (25%) che per la seconda volta di seguito ritira la targa. Al secondo posto si attesta "L'albero filosofico" e al terzo "Le astronavi di Carlo Magno", naturalmente opera entrambe di Giancarlo Alessandrini.



Come l'anno scorso impennata di voti per scegliere il MIGLIOR DISEGNATORE e SCENEGGIATORE, dimostrando quanto queste siano i premi più importanti dopo quello per la migliore storia.

Nella categoria MIGLIOR DISEGNATORE abbiamo avuto fino alla fine una situazione incerta nella quale ben quattro artisti si sono contesi la palma d'oro: Giancarlo Alessandrini (soprattutto per "L'albero filosofico"), Antonio Sforza (per "L'assassino che uccideva nei sogni") e Fabio Piacentini e Roberto Cardinale (per "Le mille gru di Hiroshima"). Ma alla fine, con uno sprint finale, la vittoria va alla coppia CARDINALE & PIACENTINI (50% dei votanti, la miglior percentuale di tutto il premio) seguiti da Antonio Sforza e Giancarlo Alessandrini che comunque per il terzo anno consecutivo sale sul podio attestando, se mai ce ne fosse bisogno, il grande amore che i mysteriani provano per lui. Il premio è stato ritirato da Fabio Piacentini, mentre la targa di Roberto Cardinale, impossibilitato a partecipare, gli sarà spedita direttamente a casa.



Il primato assoluto per il più votato sceneggiatore va quest’anno a MARCO BELLI che vince il premio come MIGLIOR AUTORE del 2015 (32% dei voti) per la storia "L'inventore di miti". Poco sotto si qualifica per il terzo anno di seguito Alfredo Castelli e al terzo posto Vincenzo Beretta (che nonostante sia stato vincitore assoluto su ML e Forum ha dovuto pagare lo scotto dei voti su FB, ormai la piattaforma più usata).



Infine la battaglia per la MIGLIOR STORIA del 2015 ha visto protagonisti quasi tutti gli albi, molto apprezzati dai lettori. La vittoria però è spettata per acclamazione di folla (primo classificato su Forum, ML e FB) a "L’ALBERO FILOSOFICO" che ha raggiunto il 35% dei voti mentre al secondo posto si è classificato "L'inventore di Miti" con il 27% dei voti. Al terzo posto "Il giocatore di scacchi" e al quarto "Le astronavi di Carlo Magno". Molto toccante il momento della premiazione in quanto Vincenzo Beretta, d’accordo con Giancarlo Alessandrini, purtroppo assente, ha voluto chiamare sul palco la piccola VALENTINA MASPERI che ha contribuito a disegnare la storia con il suo tocco contemporaneamente infantile, ma già degno di nota. Gli applausi di tutti hanno confermato che è anche grazie all’aiuto della giovane artista se questa storia ha meritato la vittoria finale.


Visto quanto sopra è facile immaginare che il miglior albo in assoluto del 2015 (quello con il miglior autore, miglior disegnatore, miglior copertina, miglior mistero, miglior storia, migliori rubriche,...) sia stato proprio "L'albero filosofico", seguito da "L'inventore di miti", "L'assassino che uccideva nei sogni" (che recupera posizioni grazie ai comprimari) e "Le mille gru di Hiroshima". Seppure non d’accordo con i voti del pubblico, ai meri fini statistici dobbiamo rilevare che l'albo meno apprezzato del 2015 sembrerebbe essere lo speciale "Misteri a Blandings", che ha ricevuto soltanto il 5% dei voti totali, la metà dei quali grazie ai coprotagonisti, ben delineati e adoperati.

Guardando anche agli anni precedenti possiamo infine fare una veloce classifica degli autori più apprezzati, scoprendo dunque che Giancarlo Alessandrini si trova al primo posto, tallonato stretto dall’altro creatore di Martin Mystère: Alfredo Castelli. Seguono a ruota (pari-merito e in mero ordine alfabetico) Lucio Filippucci, Carlo Recagno e Giovanni Romanini.

La parte finale della premiazione di quest’anno è stata dedicata alla consegna di due ultimi riconoscimenti: la targa per il “miglior autore di una storia del 2014” a Enrico Lotti per la storia “Il naufragio del Telemaco”, giusto riconoscimento per una storia che avremmo dovuto premiare l’anno scorso ma che per una serie di problemi è sempre slittata; e il premio consegnato a Andrea Tognozzi in quanto estratto a sorte tra tutti i votanti al Premio Atlantide 2015.


Ringraziando ancora tutti i presenti e gli assenti che avrebbero voluto esserci; i vincitori dei premi, ma anche gli altri concorrenti in quanto l’annata 2015 è stata quella della ripartenza mysteriana; i nostri collaboratori, ma primo tra tutti Paolo Mignone, colonna portante delle nostre iniziative; e senza scordarci di voi che ci sostenete e ci leggete, e ci date la forza di andare avanti con questa nostra e vostra insana passione… vi invitiamo tutti al prossimo anno, alla celebrazione del prossimo Premio Atlantide.

Ma naturalmente, non scordatevi di seguire anche tutte le altre nostre altre iniziative, come Lucca Collezionando che comincerà il 1° aprile prossimo venturo!