Film/Serie Televisive

‘La grande scommessa’ - trailer, filmati e recensione in anteprima

Da giovedì 7 gennaio nei cinema italiani la vera storia (mai così ben raccontata) della crisi finanziaria mondiale

07/01/2016
‘La grande scommessa’ - trailer, filmati e recensione in anteprima

Dopo un anno funestato da sequel che diventano remake per fare da reboot (in una scorsa veloce, da Avengers a Terminator, da Fast and Furious a Spectre, da Jurassic World a una galassia lontana lontana...), ecco un film che – adattato da un libro che racconta una storia vera – andrebbe mostrato in tutte le scuole superiori del pianeta.

Nominato a 4 statuette ai prossimi Golden Globe (una per il Miglior Film commedia, due per il Miglior attore a Christian Bale e Steve Carell, una per la Miglior sceneggiatura), il nuovo film prodotto (e interpretato) da Brad Pitt è basato sul bestseller omonimo di Michael Lewis (in Italia da Rizzoli).

Quando, ben tre anni prima del disastro, quattro investitori visionari – al contrario di quanto mostrato dalle grandi banche, dai media e dal governo stesso – intuiscono che l’andamento dei mercati finanziari avrebbe portato nientemeno che a un’intera crisi mondiale dell’economia, mettono in atto una Grande Scommessa. I loro coraggiosi investimenti li porteranno nei meandri oscuri dei sistemi bancari moderni, facendoli dubitare di tutto e tutti.

Il film di Adam McKay (noto finora per una manciata di farse demenziali o poco più, e come si vede era un peccato: ora speriamo non torni sui suoi passi e sia messo in condizione di fare altri film di spessore come questo) si avvale di attori di talento, oltre a Pitt, Bale e Carell, ma anche uno straordinario Ryan Gosling che, finalmente liberi da personaggi stereotipati e cliché divertenti ma alla lunga stancanti e oltremodo prevedibili, possono dimostrare con evidente passione e inusitata scioltezza la loro innegabile bravura.

L’opera segue infatti le vicende di un gruppo di un gruppo di outsider che decide di fare un coraggioso investimento prima dello scoppio della crisi mondiale che dagli USA si è propagata a tutto il mondo nel 2008. Nel muoversi fra le pieghe della finanza nell’oscuro ventre delle banche moderne, fin dall’inizio (con effetto straniante, poi divertito, infine appassionante) sceneggiatori e regista si premurano di fermarsi di tanto in tanto e rivolgersi direttamente allo spettatore con guest star ammiccanti e provocatorie, per spiegare meglio alcuni dettagli prima di proseguire nella visione (un po’ come una nota a piè pagina in un libro, o un link in sito web), mentre i protagonisti dovranno mettere in discussione tutto e tutti... fra scintille dei personaggi e risate degli spettatori.

Come ha scritto qualcuno, il film “si merita tutta la fortuna possibile”, dato che “compie qualcosa di miracoloso: racconta con brio e umorismo, e allo stesso tempo con spirito didattico e tragico, la bolla economica del mercato immobiliare americano”. Non solo per tutti, ma proprio qualcosa che tutti (compreso quelli che non spiegano o nemmeno capiscono che cosa succede) dovrebbero vedere.

Come sempre ormai, anche in Italia il film ha un sito ufficiale e una pagina Facebook.

Di seguito il trailer italiano:

qui una scena sul “profumo di soldi”:

qui una scena familiare sull’amare (e odiare) il proprio lavoro:

qui una scena di aspro confronto in ufficio:

qui una scena sull’usare o meno una linea telefonica:

qui una veloce panoramica con interviste ai protagonisti:

e infine una breve intervista sul set con il regista (sottotitolata in italiano):

LA GRANDE SCOMMESSA
(The Big Short, USA 2015)

regia:
Adam McKay

soggetto:
dal libro omonimo di Michael Lewis

sceneggiatura:
Adam McKay, Charles Randolph

personaggi e interpreti:
Michael Burry - Christian Bale
Mark Baum - Steve Carell
Jared Vennett - Ryan Gosling
Ben Rickert - Brad Pitt
Georgia Hale - Melissa Leo
Jamie Shipley - Finn Wittrock
Porter Collins - Hamish Linklater
Charlie Geller - John Magaro
Danny Moses - Rafe Spall
Vinnie Daniel - Jeremy Strong
Cynthia Baum - Marisa Tomei
Ted Jiang - Stanley Wong
Wing Chau - Byron Mann
Lawrence Fields - Tracy Letts
Evie - Karen Gillan
mediatore creditizio - Max Greenfield
mediatore creditizio - Billy Magnussen
Selena Gomez - se stessa
Margot Robbie - se stessa

durata:
130 minuti

distribuzione italiana:
Universal Pictures