Editoria, Riviste, Pubblicazioni

La 'mezza vita' del fisico nucleare Bruno Pontecorvo

'Half Life', l'interessante ed approfondita biografia (in inglese) dello scienziato che emigrò in Urss

23/06/2015
La 'mezza vita' del fisico nucleare Bruno Pontecorvo

Bruno Pontecorvo, fratello del noto regista Gillo e di Guido, genetista, ha rappresentato per anni uno dei più noti casi di rinnego allo Stato Italiano.

Fisico di nota fama, dopo la Seconda Guerra Mondiale, scelse deliberatamente di vivere all'estero, dapprima negli Stati Uniti, poi in Gran Bretagna ed infine, dopo una sporadica permanenza a Stoccolma e Helsinki, in Unione Sovietica.

Lasciò improvvisamente l'Italia nel 1950, facendo temere un nuovo caso Majorana e rimase nell'Urss per il resto della sua vita.

E proprio "mezzo vita" ("Half Life") è il titolo dell'interessante biografia (per ora solo in inglese) che gli ha dedicato Frank Close, professore di fisica a Oxford.

Scienziato o spia comunista? Questo il dilemma su cui verte il libro della britannica Oneworld, un volume che si ripromette di fare luce sullo strano e misterioso destino di un brillante scienziato che ebbe un ruolo importante, ma stranamente trascurato e sottovalutato dai media, nel periodo della Guerra Fredda.

Il libro racconta anche aspetti della vita privata di Bruno Pontecorvo, in particolare il tormentato rapporto con la moglie svedese, Marianne, mai adattatasi alla vita sociale in Unione Sovietica e ricoverata in un ospedale psichiatrico.

 

Una biografia approfondita e ben curata, che si può acquistare direttamente sul sito della casa editrice (www.oneworld-publications.com/search/content/Pontecorvo) al prezzo di 20 sterline più spese postali.