CD, DVD, Blu Ray

U2 “Songs Of Innocence”, in arrivo il sequel?

La collaborazione con la Apple dovrebbe proseguire con Songs of Experience

10/09/2014
U2 “Songs Of Innocence”, in arrivo il sequel?

Ha generato molto scalpore la possibilità di scaricare gratuitamente l'ultimo album degli U2 per gli iscritti a iTunes, ovvero oltre 500 milioni di persone nel mondo. Proviamo a fare un pò di chiarezza. L’ultimo nuovo album degli U2 dal titolo “Songs Of Innocence”, contenente 11 brani, uscirà in edizione tradizionale su etichetta Island Records il 13 Ottobre 2014.

La pubblicazione segue appunto l’uscita digitale gratuita del 9 Settembre per tutti gli iscritti a U2.com e come regalo di Apple a oltre mezzo miliardo di clienti dell’iTunes Music Store nel mondo.

Songs of Innocence” è ad oggi il lavoro più personale degli U2 e incrocia le primissime influenze musicali della band, dal rock e punk-rock anni ’70 alla prima elettronica e musica ambient anni ’80, offrendo una panoramica su come e perché è nata la band. L’album affronta tematiche come la casa, la famiglia, i rapporti umani, le scoperte ed è stato registrato a Dublino, Londra, New York e Los Angeles con i produttori Danger Mouse, Paul Epworth, Ryan Tedder, Declan Gaffney e Flood. 

Questa la track list:

“The Miracle (of Joey Ramone)”, “Every Breaking Wave”, “California (There Is No End To Love)”, “Song For Someone”, “Iris (Hold Me Close)”, “Volcano”, “Raised By Wolves”, “Cedarwood Road”, “Sleep Like A Baby Tonight”, “This Is Where You Can Reach Me Now”, “The Troubles”. 

In aggiunta all’album fisico in versione standard, usciranno sempre il 13 ottobre il vinile e una versione tradizionale (fisica) deluxe di “Songs Of Innocence” che conterrà una sessione acustica di brani selezionati dall’album più quattro canzoni inedite: “Lucifer’s Hands”, “The Crystal Ballroom”, “The Troubles” (Alternative version), “Sleep Like A Baby Tonight” (Alternative Perspective Mix by Tchad Blake).  Nuova sarà anche la copertina del disco.

Nel frattempo Bono stesso ha postato qui una lettera in cui parla del disco (“Spero che dopo aver ascoltato il nostro nuovo disco un po’ di volte capirete perché ci è voluto così tanto per realizzarlo. Siamo andati davvero laggiù… è un album molto, molto personale. Ci scusiamo se risulta straziante; anzi, ritiro quello che ho detto: niente scuse se risulta straziante. Che senso avrebbe appartenere agli U2 se non si potessero toccare quelle corde? Non c’è fine all’AMORE”) e dei motivi che li hanno portati a lanciare il nuovo album gratuitamente su iTunes (“è gratuito ma hanno pagato per esso: perché se nessuno paga nulla, non ci sentiremmo sicuri che questa musica gratis sia davvero così gratis. La musica costa all’artista e questo ha grosse implicazioni, non per noi U2, ma per i musicisti del futuro e per la loro musica, per le canzoni che devono ancora essere scritte dai talenti del futuro che hanno bisogno di potersi mantenere se le vogliono scrivere”).

Il sodalizio tra U2 e Apple rifiorisce quindi a dieci anni di distanza dall’uscita del U2 Ipod. E non finisce qui, dato che proseguirà nei prossimi mesi con l’uscita di altro materiale discografico (“Stiamo lavorando con Apple su del buon materiale da sviluppare in un paio di anni, novità che trasformeranno il modo di ascoltare e di vedere la musica. Vi terremo aggiornati. Se Songs of Innocence vi piace restate con noi per Songs of Experience. Dovrebbe essere pronto abbastanza presto..”).

Foto Paolo Pellegrin