Videogiochi

Metal Gear Rising: Revengeance, incontro con Hideo Kojima e Enrico Ghezzi

I videogioco Ŕ giÓ disponibile in Italia, per PS3 e Xbox 360

22/02/2013
Metal Gear Rising: Revengeance, incontro con Hideo Kojima e Enrico Ghezzi

E' stato definito 'Il Kubrick dei videogiochi', e in effetti nel suo campo ha firmato dei veri e propri capolavori. Così, per celebrare i 25 anni della saga di Metal Gear e l'imminente uscita del nuovo Metal Gear Rising: Revengeance, Hideo Kojima, uno dei più grandi creatori di videogiochi al mondo, è stato in Italia per incontrare i suoi fan e parlare delle influenze, delle commistioni e dei punti di contatto tra cinema e l'arte videoludica.

Un appuntamento unico e molto originale, perché proprio Kojima è stato uno dei primi game designer a trattare il videogioco con un approccio estremamente cinematografico, innovando di fatto l’intero settore. Non a caso, a confrontarsi con Kojima è stato chiamato Enrico Ghezzi, che oltre a essere il più celebre critico cinematografico e televisivo italiano, è anche un grande esperto di cinema, anime e cultura giapponese.

Nelle sue creazioni Hideo Kojima gioca tra i due concetti opposti tipici della filosofia e del linguaggio artistico dei videogiochi, distendendoli con un ritmo e uno stile molto cinematografico”, ha commentato Ghezzi.”Si tratta di due estremi che possono ritrovarsi solo in questo mezzo espressivo: da una parte c’è infatti la durata del videogame, virtualmente infinita, mentre dall’altra il secondo estremo, ovvero quello del singolo momento, che viene esploso nella sua intensità”.

È stato proprio Hideo Kojima a dare il via, circa un quarto di secolo fa, a un filone di videogiochi con una visione e un linguaggio nuovi, fortemente influenzati dalla Settima Arte. Ghezzi, critico cinematografico, ha voluto approfondire i legami tra l’estetica della saga di Metal Gear e quella di numerosi capolavori della storia del cinema.

Dai film di Stanley Kubrick a quelli di Shinya Tsukamoto, passando per John Carpenter e John Woo, senza dimenticare qualche accenno al cinema italiano degli anni Settanta e a Dario Argento: sono solo alcuni dei grandi registi le cui influenze si ritrovano nei diversi capitoli che compongono la saga Metal Gear. E mentre il cinema sembra guardare al 3D come ultima frontiera dell’innovazione per catapultare lo spettatore nella storia, il videogame ha dalla sua una forma espressiva che rende il giocatore protagonista in modo naturale.

Continua così la saga di uno dei videogiochi più importanti di tutti i tempi. Metal Gear Rising: Revengeance, che è già disponibile in Italia, per PS3 e Xbox 360, rappresenta l’ennesimo tassello di una saga che continua ad appassionare milioni di persone in tutto il mondo.