Martin Mystère

Premio Atlantide 2018

il meglio della produzione mysteriana del 2017

03/04/2018
Premio Atlantide 2018

Buongiorno e bentrovati a questo report della cerimonia della V edizione del Premio Atlantide, la grande iniziativa mysteriana che vede riuniti tutti i “clan” di seguaci di Martin Mystère!

La gestione del Premio - seguita come consuetudine dall'oramai rodatissima collaborazione tra Agarthi e A.Mys. - si è svolta tramite la classica serie di mega-sondaggi che hanno consentito di premiare il meglio del 2017 mysteriano!

Le votazioni hanno interessato tutte le piattaforme mysteriane e hanno riguardato le 7 categorie già note: Miglior Storia, Miglior Copertina, Miglior Sceneggiatore, Miglior Disegnatore, Miglior Comprimario, Miglior Villain e Miglior Mystero più nuove 4 categorie dedicate espressamente alle Nuove Avventure a Colori: Miglior Protagonista, Miglior Comprimario, Miglior Villain e Miglior Mystero.

Cominciamo dalla categoria del MIGLIOR MYSTERO DELLA SERIE CLASSICA constatando che, seppure sia stata una selezione difficile tra i vari candidati (i voti sono stati quasi uniformemente spalmati tra tutti gli enigmi di tutti gli albi), la vittoria finale spetta a Le porte dell’immaginazione (albo 352) con i mysteri relativi alla creatività umana e a quelli del Regno di Faerie che hanno stuzzicati l’interesse di ben il 31% dei votanti.

Gli “Uomini Verdi” e l'Arcimboldo protagonisti dell’albo 349 - Green Man, l'uomo verde si sono accaparrati il secondo posto con un solo punto di distacco sul terzo classificato: il "Progetto MK-Ultra" e gli esperimenti nucleari trattati nell'albo 351 - Ore 03.12 AM: l'adunata.

Una menzione d'onore per il mystero del prisma esagonale incontrato ne Le dieci tribù (albo 350) che era molto ben piazzato sul forum ma che, penalizzato dai pochi voti ricevuti su Google, arriva solo al 4 posto.

Più o meno la stessa situazione si è ripetuta per il MIGLIOR MYSTERO DELLE AVVENTURE A COLORI ove dalla quasi totale uniformità di voti è uscito vincitore con il 31% delle preferenze il nono albo - Il pianeta dei robot probabilmente spinto dall’amore per i suoi automi o per il personaggio mysterioso di Jinx.

Al secondo posto si sono piazzati i mysteri della musica magica e dell'ultima nota di Mameli protagonisti del numero 4 - La melodia che uccide, mentre si piazzano terzi, per un solo punto dalla Melodia, il futuro distopico e la radio temporale (descritti nel numero 6 - Una voce dal futuro) & l'arca di Noè, i dinosauri e i giganti di Mont'e Prama (visti nel numero 3- L'arca dell'estinzione).

 

Nella categoria MIGLIOR CO-PROTAGONISTA DELLA SERIE CLASSICA il vincitore indiscusso è stato Amleto Vespa dal romanzo di Andrea Carlo Cappi La Donna Leopardo con il 15,5% dei voti, dimostrando per l’ennesima volta che i romanzi di Martin piacciono molto. Al secondo posto arrivano pari-merito Cassandra da Le porte dell'immaginazione e Orloff, ma quello buono comparso nello speciale Le molte vite di Martin Mystère .

Ma anche nella categoria MIGLIOR ANTAGONISTA DELLA SERIE CLASSICA abbiamo la vittoria di un altro personaggio dello speciale: il Martin Malvagio de Le molte vite di Martin Mystère con quasi un quarto dei voti. Con largo distacco arrivano al secondo posto pari-merito John Kasaki (nemico ne Le dieci tribù) e Lady Marysol e Lord Ritter (avversari ne Le porte dell'immaginazione) che surclassano di un solo voto gli Uomini in Nero (presenti ne La catena del potere) che posizionatasi al secondo posto in Google finiscono al IV a causa dei pochi voti giunti dal forum.

Nel ruolo di MIGLIOR COMPRIMARIO DELLA SERIE A COLORI stravince sia sul forum che su Google l'agente Sullivan, il MiB che conosce i segreti del passato del giovane Mystère: forse avvantaggiato dall’essere presente in quasi tutti gli albi delle NAC, riceve quasi il 50% dei voti! Piazzamenti compatti per quanto riguarda gli altri posti in classifica per quanto il secondo gradino del podio è stato raggiunto pari-merito da Jasper il ragazzino dotato dello straordinario potere del teletrasporto e Christine la moglie di Sergej Orloff.

Situazione analoga nella categoria MIGLIOR ANTAGONISTA DELLA SERIE A COLORI ove vince con ben un quarto dei voti il “Re dei Mondi” l’entità suprema che dall’inizio della serie trama nell’ombra e muove i destini dei protagonisti. Si piazzano al secondo posto pari-merito per pochi punti sul quarto classificato: MeiMei, la pop star taiwanese incontrata ne La melodia che uccide & Sergej Orloff ma non quello di questa realtà, quanto quello del futuro apocalittico descritto ne Una voce dal futuro.

Finisce praticamente pari-merito tra tutti i partecipanti la lotta per il MIGLIOR PROTAGONISTA DELLA SERIE A COLORI nella quale non entra il solo Sergej che non prende neppure un voto. A titolo di cronaca vince Diana su Max per un solo punto.

Prima di passare alla parte saliente della premiazione abbiamo provveduto ad assegnare un incantevole originale di Gino Vercelli ad uno dei tesserati, per ringraziarli di aver partecipato alle votazioni del Premio Atlantide. Tra tutti, a sorte, è stato estratto Fabio "Semtex" Franzini cui verrà recapitata la tavola tratta dalla storia Dream Travel.

Tornando invece al premio vero e proprio, assistiamo ad un’impennata di voti per scegliere il MIGLIOR DISEGNATORE per il quale, a contendersi il premio, vi erano addirittura venti concorrenti!

Naturalmente, vista la bravura di tutti i disegnatori di quest'anno, la vittoria è rimasta incerta fino alla fine, anche se -stranamente- gli artisti impegnati con le Nuove Avventure a Colori hanno ricevuto una media di voti più bassa di quelli dedicatisi alla Serie Classica.

Al III posto si sono quindi piazzati gli Esposito Bros per il loro lavoro su Le porte dell'immaginazione, su Effetti speciali e sullo Speciale Le molte vite di Martin Mystère, mentre al II posto con quasi un terzo dei voti è giunto Giancarlo Alessandrini disegnatore del Le porte dell'immaginazione e di alcune tavole della NAC Al cuore della tenebra. Ma al primo posto, anche se con un solo punto di vantaggio sul creatore di Martin, è arrivato Giovanni Romanini sia per i disegni su Green Man, l'Uomo verde che per quelli di Storie di Altrove -L'angelo che chiese aiuto a George Washington!

Una speciale menzione d'onore va a Salvatore Cuffari che grazie alle NAC cui ha collaborato (Una voce dal futuro, La caduta di Agarthi e Al cuore della tenebra), si è ben piazzato su Google, ma che a causa del poco successo ottenuto sul forum si è dovuto accontentare del IV posto.

 

I voti per la MIGLIOR COPERTINA dell'anno sono abbastanza equamente suddivisi praticamente tra tutte le varie copertine dell'anno, lasciando intendere che Giancarlo Alessandrini e Lucio Filippucci piacciono sempre e comunque. A contendersi lo scettro della vincitrice sono comunque rimaste solo 10 copertine sulle 21 copertine in lizza, equamente divise tra i due contendenti.

Mentre dal punto di vista di “qualità media” possiamo dire che vince il maestro Alessandrini, da quello della singola copertina vince per il IV anno di fila il suo “rivale” Filippucci, anche se di un solo punto. Infatti la copertina de Il pianeta dei robot (votata soprattutto su Google) batte di pochissimi quella de Le porte dell'immaginazione (che era arrivata prima sul forum ma solo II su Google).

Molto staccate le altre copertine, il cui III posto viene vinto dall’alessandrina Green Man.

La categoria MIGLIOR AUTORE del 2017 ha visto disputarsi il podio tra il gruppo omni-comprensivo de I Mysteriani autori delle NAC e ben quattro colonne della serie originale: il creatore Alfredo Castelli, il suo nuovo collaboratore Enrico Lotti, il fedele Carlo Recagno e il redivivo Vincenzo Beretta.

Al III posto pari-merito si sono piazzati proprio i Mysteriani (dopo la vittoria dell’anno scorso) assieme a Carlo Recagno.

Al II posto è arrivata l’accoppiata Castelli e Lotti, che hanno stravinto su Google ma sono stati poco apprezzati sul forum.

Mentre al I posto con più di un terzo dei votanti è arrivato Vincenzo Beretta, adorato sia sul forum che su Google.

Purtroppo anche quest’anno all'ultimo posto si piazza Luigi Mignacco penalizzato dal fatto di essere stato solamente co-autore di un’unica storia delle NAC.

 

Infine la battaglia per la MIGLIOR STORIA del 2017 ha visto protagonisti Le dieci tribù, Le porte dell’immaginazione e Storie d'Altrove i cui autori (da Recagno a Castelli, da Lotti a Beretta, da Romanini ad Alessandrini e gli Esposito Bros.) sono già stati finalisti nelle precedenti categorie.

La storia di Recagno, Sforza e Romanini (L'angelo che chiese aiuto a George Washington) guadagna un dignitosissimo terzo posto mentre le altre due finaliste si accaparrano i 4/5 dei voti.

La vittoria sul fil di lana viene quindi aggiudicata per un solo punto di scarto e in questo caso spetta alla storia di Castelli/Lotti ed Esposito Bros (Le dieci tribù) giungendo al secondo posto quella di Beretta, Alessandrini ed Esposito Bros (Le porte dell’immaginazione)

 

Ai meri fini statistici abbiamo anche stilato la classica del MIGLIOR ALBO ASSOLUTO 2017 sommando i voti parziali di ogni categoria: miglior autore, miglior disegnatore, miglior copertina, miglior mistero,...

Viste le classifiche di cui sopra è facile immaginare che in lizza per il podio ci fossero proprio l’albo dedicato alle dieci tribù e quello dedicato a Faerie.

La palma d'oro comunque, spetta a Le porte dell’immaginazione grazie a protagonisti, antagonisti, mystero, disegni, copertina, sceneggiatura.

Sorprendentemente al II posto non vi sono le dieci tribù ma l’albo Green Man – l’uomo verde che oltre ai disegni incassa punti anche da mystero, sceneggiatura e copertina. Arriva quindi al solo terzo Le dieci tribù.

Visto quanto sopra, considerato il riscontro ottenuto, tenuto conto dell’apprezzamento generale che i lettori hanno avuto per Giancarlo Alessandrini (giunto al secondo posto, anche se per un soffio, sia come disegnatore che come copertinista che per la storia migliore, ma essendo arrivato al primo posto indiscusso per il miglior albo) il primo dei due Premi Speciali della Critica viene assegnato a Giancarlo Alessandrini quale MIGLIOR ARTISTA ASSOLUTO DEL 2017.

Il secondo PREMIO SPECIALE DELLA CRITICA viene assegnato a Antonio Sforza per il suo lavoro fondamentale sulle Storie di Altrove ove, tramite le immagini e i suoi disegni, è riuscito a trasmettere pathos e sentimenti ed è stato capace di rendere evocative le sue atmosfere, riuscite le ambientazioni e reali e tangibili i personaggi.

 

Come molti sapranno da quest’anno al Premio Atlantide la Benemerita A.Mys. ha deciso di affiancare il PREMIO DE SARRO creato in ricordo del nostro compianto amico Cesare De Sarro.

Cesare è stato il maggior conoscitore del mondo mysteriano extra-bonelli ed è stato autore del fondamentale compendio mysteriano “Segreti & Mysteri” non per niente conosciuto da tutti come “il De Sarro”.

Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare un premio non solo agli artisti che collaborano ufficialmente alla realizzazione delle storie del nostro beniamino, ma anche a personalità che si sono dedicate a Martin Mystère a livello amatoriale distinguendosi in attività magari non ufficialmente ne diversamente riconosciute.

Quest’anno abbiamo deciso di assegnare la TARGA DE SARRO a Luca Moscatiello per aver saputo raccogliere l’eredità di Cesare, averne preso il posto a livello collezionistico, per l’amicizia che li legava e l’innegabile sostegno dato da Luca al nostro comune amico.

Inoltre, per ricordare degnamente Cesare nel primo anniversario, abbiamo deciso di assegnare una seconda Targa De Sarro che è stata consegnata a Dario Dino Guida, sia come rappresentante di Lucca Collezionando, che a livello personale quale grande amico delle Comunità Web: per il suo aiuto, il sostegno, l’amicizia e il fantastico Moai presente al nostro stand.

Per finire un appunto a livello statistico: è interessante notare come Alessandrini, Castelli e Lotti in queste cinque edizioni del Premio Atlantide hanno ricevuto il maggior numero di nomination. Per quanto riguarda invece il maggior numero di targhe, il primato è stato vinto da Alessandrini, Filippucci, Castelli e Romanini. Infine tenendo conto anche delle preferenze ai “migliori albi” possiamo constatare che i più graditi artisti ai lettori di Martin Mystère sono Alessandrini, Castelli e gli Esposito Bros.

Insomma, da qualunque parte la si voglia vedere Alfredo Castelli e Giancarlo Alessandrini sono la punta di diamante del mondo mysteriano. Continuate così ragazzi! Martin, A.Mys. e Agarthi contano su di voi.